Rivista n. 11/2018 anno IX

GURI
GIURISPRUDENZA COMUNITARIA
GIURISPRUDENZA NAZIONALE
ANAC
FOCUS

GURI

  1. Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Decreto 2 marzo 2018 – (gu n.81 del 7-4-2018).
    Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attivita’ edilizia libera, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222.

torna su

GIURISPRUDENZA COMUNITARIA

  1. Corte di giustizia europea, Sez. IV, 20/12/2017 n. C-178/16.
    Sulla compat. con la dir. 2004/18/CE della norm. naz. che consente all’amminist. aggiudicatrice di tener conto di una condanna pen. a carico dell’amministratore di un’impresa offerente, per un reato che incide sulla moralità prof. di tale impresa.

torna su

GIURISPRUDENZA NAZIONALE

  1. Consiglio di stato sez. terza del 26 marzo 2018, n. 1882.
    Il ritardo nella stipula di un contratto aggiudicato dovuto ad esigenze antimafia non integra responsabilità precontrattuale e diritto al risarcimento del danno.
  2. Consiglio di stato sez. terza del 26 marzo 2018, n. 1882.TAR Bologna, 14.03.2018 n. 226.
    RUP e Presidente della Commissione giudicatrice – Cumulabilità e compatibilità delle funzioni nel periodo transitorio.
  3. Consiglio di Stato, sez. V, 12.03.2018 n. 5772.
    Somministrazione di personale – Appalto di servizi – Differenze – Natura.
  4. Consiglio di Stato, Sez. V, 3/4/2018 n. 2079.
    Sull’obbligo per le stazioni appaltanti di non invitare il gestore uscente negli appalti cd. sotto soglia.
  5. Consiglio di Stato, Sez. III, 27/3/2018 n. 1902.
    Sull’onere di immediata impugnativa dell’altrui ammissione alla procedura di gara senza attendere l’aggiudicazione.
  6. Consiglio di Stato, Sez. III, 26/3/2018 n. 1882.
    Non costituisce comportamento illecito produttivo di danno la scelta di una stazione appaltante di acquisire prudenzialmente un’informativa prefettizia.
  7. Consiglio di Stato, Sez. V, 23/3/2018 n. 1843.
    L’onere di immediata impugnativa dell’altrui ammissione alla procedura di gara senza attendere l’aggiudicazione, previsto dall’art. 120, c. 2 bis, del c.p.a., è subordinato alla pubblicazione degli atti della procedura.
  8. Tar lazio, sez. i, sentenza 14 febbraio 2018, n. 1735.
    E’ inammissibile per carenza di interesse il ricorso presentato dal consiglio nazionale forense avverso le linee guida dell’anac.
  9. Consiglio di Stato, Sez III, 04 aprile 2018, n. 1462.
    Ammissibile la partecipazione a gare pubbliche di una succursale italiana di società con sede al di fuori dell’UE.
  10. TAR Campania, Napoli, Sez. I, 1/3/2018 n. 1334.
    Devono prevedere specifiche clausole sociali i bandi di gara per gli affidamenti dei contratti di concessione e di appalto di lavori e servizi, diversi da quelli aventi natura intellettuale, relativi a contratti ad alta intensita’ di manodopera.
  11. TAR Veneto, Sez. I, 21/03/2018 n. 320.
    E’ illegittimo per una stazione appaltante favorire il radicamento nel territorio, premiando il concorrente che utilizza personale del luogo.

torna su

ANAC

  1. DELIBERA 21 febbraio 2018.
    Aggiornamento al decreto legislativo n. 56/2017 delle Linee guida n. 1, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recanti: «Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria».
  2. DELIBERA 1 marzo 2018.
    Aggiornamento al decreto legislativo 19 aprile 2017, n. 56 delle Linee guida n. 4, di attuazione del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 recanti: «Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici».
  3. Documento di gara unico europeo (DGUE) in formato elettronico.
    Dal prossimo 18 aprile il Documento di gara unico europeo (DGUE) dovrà essere reso disponibile esclusivamente in forma elettronica, nel rispetto di quanto previsto dal Codice dei contratti pubblici (art. 85, comma 1).

torna su

FOCUS

  1. Guida della Commissione Europea alle procedure di appalto in applicazione della normativa europea, in particolare nel caso di procedure finanziate dai Fondi Strutturali e d’investimento europei (fondi SIE).
  2. Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
    Modalità e tempi per l’introduzione, da parte delle stazioni appaltanti, delle amministrazioni concedenti e degli operatori economici, dell’obbligatorietà dei metodi e strumenti elettronici specifici, quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture, nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche.

torna su

Pubblicato in Rassegne | Lascia un commento